Pasta: apertura preordini con molte novità

È arrivata la pasta di Arvaia!
E sono già aperti su Baccello i preordini per tutti gli altri trasformati.
Avrai tempo tassativamente fino a venerdì 2 dicembre per prenotare farine e chicchi per il trimestre gennaio febbraio marzo 2023, mentre fino a venerdì 9 dicembre per la pasta di Arvaia e quella di Iris.
Si tratta di una grandissima novità, quella della pasta interamente fatta con le farine nostre e solo nostre di grano duro e di farro.
A produrla è il pastificio artigianale Laromagnola Bio di Argenta.
Data l’artigianalità del processo produttivo e l’esclusività della filiera, questa pasta avrà un costo leggermente superiore rispetto a quella di Iris.
A oggi sono disponibili due formati: penne di semola di grano duro integrale (2,65 € al pacchetto da 500 grammi); torciglioni di farro semintegrale (3,15 € al pacchetto da 500 grammi).
Per quanto riguarda la pasta di Iris, è arrivato il listino con il rialzo dei prezzi.
Tuttavia, per Arvaia Iris ha deciso di applicare una riduzione del 5% rispetto al listino GAS del pastificio (per ora con limitazione a dicembre, sperando che energia, cartone, ecc. non aumentino ancora). Noi abbiamo adottato le consuete percentuali minime di ricarico per ripagare il nostro lavoro.
Inoltre, abbiamo allargato l’offerta dei tipi, fissando le novità di dicembre per i pacchi di formato piccolo e aggiungendo:
    trecce e pappardelle a nido di semola;
    linguine e tagliatelle nido integrali;
    fusilli e spaghetti di grano Senatore Cappelli integrale (che torna trionfale).
Abbiamo invece stabilito di eliminare le penne di semola integrale e le caserecce di farro, perché sono a disposizione le omologhe nuove di Arvaia.
Purtroppo abbiamo già esaurito la passata di pomodoro.
Come sempre, quasi tutti i trasformati saranno disponibili come “extra” in qualsiasi momento al di fuori delle finestre di prenotazione scrivendo a distribuzione@arvaia.it.
Tuttavia, oltre ad avere un costo leggermente superiore, alcuni di loro non si potranno prendere in quantità ingenti, né saranno sempre presenti: sarà difficile, per esempio, avere a disposizione dieci pacchi di fusilli tutti nello stesso momento, così come si troveranno quasi mai farina e chicchi di segale e di avena.

Il costo superiore è determinato dal lavoro ulteriore per gli ordini extra e dal fatto che per un migliore funzionamento della nostra CSA resta importante conoscere con un certo margine di anticipo le entrate su cui si può contare, per cui è stato deciso di agevolare chi entra nell’ottica della pianificazione, un’operazione che riveste una grande importanza per i principi della CSA.

, , , , , ,
Articolo precedente
C’è Campo
Articolo successivo
Arvaia si presenta! Appuntamento di sabato 3 dicembre ore 10.30 alla Biblioteca di Borgo Panigale