Dibattito “Convergere per insorgere. Trasformazione ecologica e giustizia climatica” – 28 giugno 2022

Segnaliamo questo evento organizzato dalla Rete per la sovranità alimentare Emilia Romagna, di cui anche Arvaia fa parte.

La transizione ecologica è un processo necessario. Le élite politiche ed economiche cercano di governare (e spesso di rallentare) questo processo con l’obiettivo di mantenere le proprie fonti di potere e di profitto. Negli ultimi anni, movimenti e organizzazioni ambientaliste hanno elaborato e proposto progetti di conversione ecologica che hanno come elemento cardine un’idea allargata di giustizia sociale, da immaginare con il contributo di gruppi operai e contadini e di organizzazioni sindacali, a partire da conflitti sociali e sperimentazioni di pratiche, con una grande partecipazione democratica.

Non è altro che questo, la giustizia climatica: una cornice politica all’interno della quale questione sociale e questione ecologica si annodano fino a schiudere un unico orizzonte di trasformazione radicale.

In questo incontro parleremo, ad esempio, della lotta con la quale la società civile di Civitavecchia si è opposta alla trasformazione della centrale a carbone dell’Enel in centrale a metano e ha invece supportato la costruzione di impianti per l’energia eolica e solare; della proposta di un “polo pubblico per la mobilità sostenibile”, da parte del collettivo di fabbrica ex-Gkn; del progetto per la sovranità alimentare e per l’agroecologia, elaborato da gruppi contadini e del consumo critico in Emilia-Romagna; delle esperienze del Tavolo Basta Veleni di Brescia sulla bonifica di siti industriali inquinati e sul trattamento dei rifiuti speciali.

Obiettivo del dibattito è uno scambio di esperienze tra mobilitazioni differenti, sui temi dell’organizzazione, della mobilitazione, dei rapporti con le istituzioni e con le grandi imprese, della necessità di unire le lotte per l’ambiente e per il lavoro.

Intervengono:

Germana Fratello (Rete Sovranità Alimentare Emilia-Romagna),

Paola Imperatore (Fridays for Future Italia),

Riccardo Petrarolo (Collettivo NO al Fossile – Civitavecchia),

Marino Ruzzenenti (Fondazione Micheletti – Brescia),

Dario Salvetti (Collettivo di Fabbrica ex-GKN – Firenze),

Luca Tassinari (Aria Pesa – Bologna).

 

Martedì 28 giugno 2022, h. 17.30

Presso il mercato contadino di Campi Aperti

via Paolo Fabbri 112, nel piazzale accanto a VAG61

BOLOGNA.

VOLANTINO: Convergere per insorgere FLYER FRONTE RETRO 14,8X21

LOCANDINA: Convergere per insorgere LOCANDINA A3

,
Articolo precedente
C’è Campo
Articolo successivo
C’è Campo
Menu