C’è Campo

Questa settimana ci saranno in distribuzione: patate, cipolle, cappuccio rosso, cavolini di bruxelles, scarola e gli ultimi finocchi.
Per quanto riguarda le attività in campo:
  • giovedì vorremmo finire la pulizia delle fragole e quindi chi volesse venire a dare una mano, che ci faccia sapere;
  • passeremo la settimana a preparare i tunnel per la nuova stagione perché già dalla prossima trapianteremo le prime lattughe: abbiamo già messo gli archi, adesso sono da coprire;
  • inoltre prepareremo pacciamature e manichette per l’irrigazione.
Ma quando il gruppo contadin@ parla di preparare i tunnel, cosa intendono?
Nulla a che vedere con scavi per arrivare al Nettuno di Piazza Maggiore, bensì è per noi l’insieme delle operazioni di preparazione delle serre, chiamate tunnel, per le colture dell’anno nuovo. Nel dettaglio questo è il periodo in cui prepariamo e mettiamo nei campi previsti per le colture che richiedono una copertura di protezione, le strutture di metallo, che costruiscono le serre, e successiva messa in opera coreografica di coperture con il telo di plastica addittivato (significa reso resistente all’azione dei raggi UV) per concludere il tutto. La copertura prevede che venga steso il telo sopra gli archi di metallo e assicurato con corde, come si trattasse di una vela di nave.
Se la settimana scorsa abbiamo messo in campo tutti gli archi a comporre 6 serre (ogni anno di queste serre ne vengono spostate almeno 3 per rispettare il principio di rotazione delle colture) questa settimana e le prossime prevediamo di coprirle tutte con i teli di plastica. Successivamente stenderemo il concime lungo le file e metteremo le pacciamature e irrigazione, a ridosso del periodo di trapianto.
 Questi sei tunnel andranno a ospitare:
– i pomodori da mensa,
– le melanzane,
– i meloni,
– le zucchine primizie.
Le tipiche verdure che si trapiantano in primavera ma che si mangiano in estate.
Anche i due tunnel di fragole andranno coperti con i teli, per usare l’effetto serra che garantisce temperature più miti e meno escursioni termiche giorno-notte, per favorire la ripresa vegetativa delle piantine e quindi la loro fioritura. E’ grazie alla copertura che riusciamo ad avere un periodo di raccolta che inizia verso l’ultima settimana di aprile e dura circa un mese e a garantire una maggior salubrità delle fragole perchè protette dalla pioggia, e dunque meno suscettibili agli attacchi possibili di malattie fungine.
Nella parte di tunnel fissi, ovvero quelli che non smontiamo ogni anno e che ospitano una parte delle verdure che inaugarano l’inizio del nostro anno di distribuzione (aprile), inizieremo, già a partire dalla prossima settimana, a trapiantare le lattughe e procederemo con semine scalari di due delle nostre verdure a foglia tipiche: i ravanelli e la rucola.
In questo caso, avendo già una copertura di plastica, la preparazione del tunnel in questo momento dell’anno prevede: la lavorazione della terra e la stesura delle pacciamature di plastica riutilizzabili e l’impianto di irrigazione.
La preparazione dei tunnel quindi è una fase rituale dell’anno, che segna il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile, in cui creiamo le condizioni ottimali per far crescere i nostri buonissimi ortaggi.
Articolo precedente
C’è Campo
Articolo successivo
C’è Campo
Nessun risultato trovato.