Cè Campo

Qeusta settimana in distribuzione inzieranno ad esserci le fave perciò se qualche soci@ soffre di favismo lo segnali alla distribuzione. In generale non possiamo garantire l’assoluto isolamento e trattamento separato delle fave rispetto le altre verdure, in quanto la cella frigo è la stessa, le cassette non vengono separate o lavate dopo aver contenuto fave, ma pè bene sapere se ci sono necessità particolari di soci*.
Oltre alle fave, troveremo le fragole di quattro varietà diverse (Syria, Romina, Tea e Asia new entry di quest’anno), la lattuga, l’ultima cicoria, le prime zucchine e l’immancabile cipollotto.

Le distribuzioni delle ultime settimane sono state un po’ scarse in temini di varietà e quantità, questo è un po’ tipico della stagione di passaggio tra la primavera e l’estate in cui le colture estive non sono ancora entrate in produzione, e quelle della primavera, sono soggette nella resa alle temperature pazzerelle e variabili. Chi è soc* da più tempo lo sa che in questo periodo dell’anno ci sono principalmente ortaggi a foglie fresche, che fanno volume ma si consumano velocemente, tipo la rucola, cicoria, lattuga. Quest’anno la stagione più fredda ha rallentato ulteriormente la produzione alcune varietà, rallentando le produzioni primaverili. Inoltre sono mancati i cavoli, che gli anni scorsi arricchivano la cassetta di ortaggi, come il cavolo cappuccio, che  quest’anno non è cresciuto causa clima, questa volta a causa del troppo caldo di fine febbraio e marzo, che ha bruciato i cavoli che sono andati subito in fiore, e le lepri poi, hanno fatto il resto.

Questi e altri aspetti sarnno approfonditi nella relazione mensile dal campo, che pubblicheremo nelle prossime settimane. Essere parte di una csa significa anche questo, affrontare insieme i periodi di abbondanza e scarsità in modo consapevole. Contadini e contadine sono sempre disponibili al campo per rispondere a domande rispetto alle scelte e gli andamenti del campo, e ognuno può come sempre partecipare alle attività al campo per capire al meglio come vanno le cose.

Attività

Entra nel pieno la raccolta delle fragole, mentre ci prendiamo una settimana di relax dai trapianti; finiremo di diserbare il campo di patate a zappa e sistemare i tunnel fissi che ormai sono arrivati a fine stagione. Un po’ di trincia qua e la e la cura della vigna, con zappettatura attorno alle piante e se riusciamo daremo una mano alle piante con un po’ di concime.

Ieri abbiamo seminato i fagioli da secco, nella speranza che domani piova e anche il secondo giro di fagiolini che se il clima ci aiuta, arriveranno a luglio.

Non in ultimo, sabato scorso è iniziato il modulo pratico del corso di orticoltura biologico, che aveva preso avvio nella sua parte teorica a Novembre 2020. Dopo lo stop forzato dei mesi scorsi, sono scesi in campo i/le corsisiti/e che per i prossimi mesi, tutorati da noi contadini/e a gestiranno il loro orto fino alla fine dell’estate. Lo spazio sarà riservato ai corsisti che non sono soci di Arvaia (ancora), e sono nel primo campo vicino alla zona di distribuzione, oltre i bagni. Passate a dar loro il benvenuto…

Articolo precedente
Fattorie Aperte domenica 23 maggio
Articolo successivo
Biodiversità e semi: il primo incontro della bella stagione ad Arvaia
Nessun risultato trovato.