C’è Campo

Questa settimana tornano le amate cime di rapa, infatti sono pronte per la raccolta quelle più tardive della varietà sessantina. In questo periodo stiamo raccogliendo e mettendo in cella diversi ortaggi affinché si conservino più lungo e questa settimana iniziamo a stoccare cavoli cappucci bianchi (che sono bellissimi), rape rosse e il secondo tunnel di finocchi.

Dato che i cavolfiori sono tutti pronti, questa settimana ne verranno distribuiti 2 a testa:  essendo l’ultima volta che li troviamo in distribuzione invitiamo tutti/e a non lasciarli perchè verrebbero sprecati. Vi consigliamo qualche modo per conservarli e cucinarli nella sezione Ricette Circolari.  In alternativa potreste regalare un cavolfiore al vostro/a vicino/a o amico/a per fargli provare qualche prodotto Arvaia:  è un buon modo per non sprecare cibo e avvicinare altri/e che ancora non conoscono Arvaia.

Sono spuntati i piselli da fresco ma abbiamo dovuto rinunciare a seminare il pisello da secco perchè il seme è arrivato troppo in ritardo e il periodo ottimale, vista la pioggia, è saltato. Ci riproveremo all’inizio della primavera se le condizioni saranno idonee. Inoltre anche se al limite di tempo, questa settimana semineremo le fave, in modo da averle in primavera.

Ci prepariamo per accogliere l’inverno cominciando a liberare i campi delle colture che sono in dirittura d’arrivo, svuotando e sigillando l’impianto d’irrigazione per scongiurare rotture dovute al gelo.

Inoltre ci sono gli aggiornamenti riportati da contadini e contadini sul lavori effettuati nei mesi di settembre e ottobre che riguardano i nuovi investimenti e il frutteto.

Lavori in azienda:

Abbiamo deciso e approvato in coordinamento l’acquisto di un container da adibire a officina, uno per lo spogliatoio, uno da utilizzare come ufficio, un bagno e una cella frigo per le zucche. Quest’ultima deve essere separata rispetto alla cella per la conservazione degli ortaggi perchè la zucca si conserva a lungo ad una T di 12°, al di sotto rischierebbe di non mantenersi e marcire. Per questo deve essere stoccata in un posto asciutto e diverso dal frigo. I container ad uso umano invece per il momento li stiamo risistemando, organizzando, arredando e facendo gli allacci per garantire il condizionamento degli stessi. Tutti questi lavori vorremmo che fossero partecipati dai e dalle soci/e perchè pensiamo che siano spazi importanti per le attività della cooperativa e per organizzare la nostra sede.

Tra settembre e ottobre abbiamo inaugurato anche il periodo per prenderci cura del verde pubblico che fa parte di Arvaia e che deve essere manutenuto. Questa operazione ci ha permesso e ci permetterà ancora per quest’anno di avere scomputato l’affitto della terra in quanto per accordo con il proprietario della terra, ovvero il Comune di Bologna, ci vengono riconosciuto il valore dei lavori di gestione del verde al pari dell’importo che dovremmo d’affitto annuale. Tra I lavori che abbiamo già realizzato ci sono: trinciatura periodica delle aree a prato, sistemazione delle siepi in accrescimento, sistemazione delle cavedagne. Ci riserveremo una settimana di novembre per completare I lavori, soprattutto legati alla potatura degli alberi e alla piantumazione delle parti di siepi nuove.

Questi lavori li stiamo realizzando grazie anche all’aiuto dei e delle soci/e che fanno parte del gruppo parco, uno dei gruppi di lavoro nella quale chi vuole può trovare possibilità di aiutare e partecipare alla vita della CSA.

Frutteto:

A settembre abbiamo proposto e sperimentato il meccanismo dell’autoraccolta delle nostre prime mele. Siamo contente/i che questa possibilità sia stata accolta con entusiasmo da molte e molti soci/e e crediamo che possa diventare una pratica applicabile anche ad altri prodotti che la terra ci offre, sia perchè permette a chi non si gode la campagna di venire a vedere cosa succede in campo, sia perchè aiuta il gruppo contadini/e di alleggerire le attività di raccolta.

Articolo precedente
C’è Campo
Articolo successivo
Ricette circolari- il cavolfiore
Nessun risultato trovato.