C’è Campo

Seminativi (estratto dall’ultima relazione redatta dai contadini)

Saltate tutte le colture primaverili (ovvero che si seminano in primavera e che si raccolgono a fine estate) a parte un campo di grano saraceno, l’attività principale che abbiamo svolto sui campi rimasti liberi è stato il contrasto alle erbe infestanti attraverso l’azione meccanica di due attrezzi: l’estirpatore, che lavora fino a 20 cm di profondità; l’erpice a molle, che invece ha un’azione più superficiale. Combinando l’azione di questi due attrezzi in due momenti successivi, siamo riusciti a contrastare la presenza soprattutto della gramigna, che nei campi estensivi la fa da padrona.

Per quanto riguarda il grano saraceno, abbiamo notato che nonostante sia notevolmente resistente alla siccità, la prima fioritura, avuta durante le giornate più calde dell’estate, è andata perduta e dunque aspetteremo la seconda fioritura per capire quanta produzione avremo quest’anno.

Nel piatto

Questa settimana arrivano zucche e finocchi per tutti i punti di distribuzione. La prima raccolta di zucche si è fatta per dare un primo assaggio di questo gustoso ortaggio autunnale a soci e socie. Per le successive raccolte dovremo aspettare che arrivi il nuovo container che arriverà al campo a giorni, così da poterle riporre al riparo in un luogo adeguato alla loro conservazione. Dalla prossima settimana si inizieranno a raccogliere anche i fagioli.

Articolo precedente
C’è Campo
Articolo successivo
Attività e Partecipazione
Nessun risultato trovato.
Menu