Come si forma il prezzo della pasta?

Il gruppo distribuzione ogni anno calcola il costo dei prodotti trasformati che soci e socie possono ordinare e trovare in fornitura. I soci lavoratori e soci/ie volontari/ie che fanno parte di questo gruppo, hanno elaborato una semplice descrizione su come viene costruito il prezzo finale della pasta. Conoscere e prestare attenzione a come si compone il prezzo finale dei nostri prodotti rende i soci più consapevoli e attenti alla trasparenza dei processi.

Per domande e chiarimenti il gruppo distribuzione è disponibile alla mail distribuzione@arvaia.it e vi invita a partecipare alle attività del gruppo.

PASTA IN FORNITURA (per soci/socie con preadesione)

  • PREZZO LISTINO IRIS (cooperativa agricola che trasforma in pasta la nostra farina) + % costi di gestione
  • Copertura costi di gestione: forbice tra il +30% ed il +50% (forbice ipotizzata in fase di preadesione)
    esempio: la gestione costa 100, se siamo in 100 costa 1 ciascuno; se siamo in 75 costa 1,3 ciascuno.
  • Dato il numero di preadesioni dei soci all’ordine della pasta (inferiore alle aspettative) la copertura dei costi di gestione ha implicato l’adozione della percentuale più alta ipotizzata in fase di preadesione.
  •  I soci che sottoscrivono la fornitura per l’intero anno:
    • fanno uno sforzo di pianificazione dei propri fabbisogni alimentari annuali;
    • tale pianificazione si traduce in una più puntuale pianificazione colturale (verso il “produciamo quanto mangiamo”), minimizzando gli sprechi produttivi;
    • essendo la parte virtuosa del processo, e favorendo il contenimento dei costi (compresi quelli di gestione: produco e mangio ..non ho bisogno di trovare ulteriori canali di smaltimento), hanno accesso ai prodotti al prezzo minimo utile per ripagare i costi vivi.

PASTA AL MERCATO 
Per salvaguardare l’integrità del meccanismo della fornitura (punto precedente) e per ripagare gli ulteriori costi di gestione che la commercializzazione fuori fornitura e/o al mercato comportano, occorre applicare una ulteriore 20% rispetto a quelli pagati dai soci in fase di prefinanziamento. Ciò è stato deciso per incoraggiare il meccanismo che sta alla base delle Comunità che Supportano l’Agricoltura.

Tuttavia, non ci è sembrato il caso di aumentare in maniera eccessiva il costo della pasta venduta al banchetto, in quanto, tra i nostri scopi, c’è quello di rendere accessibile il cibo buono e di filiera corta e giusta al maggior numero possibile di persone. Pertanto, siamo giunti al compromesso che al mercato, solo per questo anno, manterremo per i soci lo stesso prezzo del prefinanziamento (aumentato del 10% per i non soci), ma diminuiremo la quantità di pasta che porteremo, limitando cioè gli ordini ulteriori solo per il mercato.

Questa è dunque la tabella di prezzi in vigore

Pasta

Prezzo socio/non socio 2018-19

Prezzo socio/non socio 2019-20

Semola di grano duro
Ditalini rigati – 250 g

€ 0,80/1

€ 0,90/1

Fusilli, maccheroni, penne, spaghetti – 0,5 kg

€ 1,20/1,35

€ 1,50/1,65

Farfalle – 0,5 kg

€ 1,30/1,45

€ 1,70/1,85

Tagliatelle – 0,5 kg

€ 1,70/1,90

€ 2,40/2,65

Orecchiette – 0,5 kg

€ 1,80/2

€ 2,50/2,75

Semolato (semintegrale) di grano duro
Conchiglioni, maccheroni, penne, spaghetti – 250 g

€ 0,80/1

€ 0,90/1

Conchiglioni, fusilli, penne, spaghetti – 0,5 kg

€ 1,20/1,35

€ 1,50/1,65

Farfalle – 0,5 kg

€ 1,30/1,45

€ 1,70/1,85

Semola di grano duro integrale
Ditalini, fettuccine, fusilli, penne, spaghetti – 0,5 kg

€ 1,20/1,35

€ 1,50/1,65

Semolato di grano duro Senatore Cappelli
Mezze maniche, mezze penne – 0,5 kg

€ 2,25/2,50

€ 2,70/2,95

Farro semintegrale
Fusilli, penne, spaghetti

€ 2,50/2,75

€ 3,10/3,40

Articolo precedente
Cinema ad Arvaia- 3° appuntamento ArvaiaEstate2019
Articolo successivo
C’è Campo
Nessun risultato trovato.