Ricette circolari- la rapa rossa

Continua la raccolta di proposte culinarie circolari.

Circolari nel senso che circolano tra i soci e socie: vengono da soci e socie di Arvaia e sono destinate agli altri soci e socie, per condividere le esperienze, le conoscenze e pratiche; circolari perché prevedono e incentivano l’uso di tutte le parti degli ortaggi per ridurre lo spreco alimentare e gustare tutte le parti dei frutti della terra; circolari, perchè permettono di riutilizzare le materie e accrescere la fantasia riadattando ricette classiche a ingredienti diversi. Arvaia rappresenta un’occasione per scoprire modi nuovi di coltivare, di agire, di consumare e di mangiare. E perché no… di cucinare.

Questa settimana –La rapa rossa

Consigli di Alberto

Metodi di conservazione: in frigo dentro ad un sacchetto dopo averla lavata. Se il frigo è già pieno però, la si può tenere sporca di terra in un luogo fresco (tipo terrazzo dove non batte troppo il sole, o cantina). In questo modo durerà tanto senza rovinarsi.
Le parti insolite che possiamo cucinare: LE FOGLIE sono bietola! Quindi si possono cucinare in padella con leggero battuto di aglio o utilizzarle nelle torte salate insieme ad altri ortaggi e foglie (come quelle di ravanello).

La rapa rossa è buona e colorata. Come cucinarla?
Si può lessare e farla in insalata con limone, olio e cipollotto. Al forno facendo una dadolata tricolore, insieme a patate e carote. Sfiziosissime le chips fritte o al forno: dopo averle tagliate a fettine sottili, conditele in una ciotola con olio, sale e spezie o erbe aromatiche (ottime con il rosmarino). Mettetele in forno e toglietele quando raggiungeranno la croccantezza che più vi piace.
È strepitosa stufata con i cereali e per colorare le ciambelle, potete farne purea e utilizzarla per colorare i vostri dolci.

Un buonissimo condimento per una pasta diversa è purea di rapa rossa e ricotta, con una spolverata di prezzemolo e grana.

Per un aperitivo invece vi proponiamo una ricetta suggerita dalla socia Selene.

Hummus rosè

1 o 2 rape rosse.

1 barattolo di ceci biologici  o ceci secchi precedentemente ammollati e cotti

un bicchiere di acqua di cottura dei ceci

1 cucchiaio abbondante di tahin

succo di mezzo limone

uno spicchio d’aglio

un rametto prezzemolo (gambo e foglie) 

olio EVO e sale qb.

Dopo aver bollito ceci e rape rosse in pentole diverse, unite tutti gli ingredienti in un frullatore fino ad ottenere una crema liscia. Per regolare la densità aggiungete acqua di cottura dei ceci e olio. Una volta ottenuta la crema spalmabile cospargetevi sopra il prezzemolo tritato finemente e un filo d’olio. Lasciate riposare in frigo per due ore e prima di servire.

Buon appetito!

Articolo precedente
Un passo alla volta… seconda passeggiata tematica
Articolo successivo
Arvaia rinnova l’adesione a CampiAperti
Nessun risultato trovato.