Arvaia buongustaia: cereali

Bene, sono arrivati tutti questi buoni cereali che non ho mai usato in cucina… e mo’ che me ne faccio? niente paura, Arvaia buongustaia è qui per soccorere il socio volonteroso deciso a variare la propria dieta! Oggi cominciamo con la segale, fonte di sali minerali, tra i quali si distinguono fosforo, potassio, magnesio, calcio, zinco, rame, manganese e ferro. Fornisce al nostro organismo vitamina PP, vitamina E e alcune vitamine del gruppo B. come le vitamine B1, B5 e B6. Contine inoltre un amminoacido essenziale, la lisina, che di solito è carente nei cereali (presente nei legumi,nella quinoa e nell’amaranto).
I chicchi possono essere usati come farro ed orzo, cotti nelle zuppe previo ammollo. la farina è l’ingrediente di un ottimo pane nero apprezzato soprattuto nel nord europa, ma si presta anche per i dolci:

Ingredienti per 4-5 persone:

200gr di farina di Segale integrale Biologica
60gr di Zucchero di Canna Bio
1 cucchiaino di Lievito per Dolci Bio
70gr di Latte di Soia naturale Bio
50gr di Olio di Girasoli (NO OGM)
Scorza di ½ limone non trattato
Per la farcitura:
marmellata di Ciliegie ( o altra a piacere)

 

In una ciotola mettere la farina di Segale integrale e aggiungere lo zucchero di canna, il lievito la scorza grattugiata di mezzo limone non trattato. Versare latte di soia naturale e olio di girasoli. Mescolare anche con le mani fino a compattare tutti gli ingredienti e ottenere una palla morbida e liscia. Dividere in due parti l’impasto.

Sul piano di lavoro stendere la carta forno misura 30cm per 40cm circa e stendere sopra , con il mattarello, una parte dell’impasto per un’ altezza di 4mm. Cospargere sopra la marmellata di Ciliegie lasciando i bordi scoperti di circa 1cm per lato. Su un altro foglio di carta forno medesima misura stendere con il mattarello l’altra parte dell’impasto medesima altezza impasto. Rovesciare quest’ultimo sopra l’altro strato di impasto con marmellata.

Questa operazione può essere necessaria in quanto la farina di segale avendo meno glutine rende l’impasto più morbido e dunque meno facile da maneggiare.

Cuocere a forno già caldo a 180 gradi per circa 25 minuti.

Articolo precedente
Domenica 21 Ottobre – una cavolo di festa
Articolo successivo
agendarvaia: tutti gli appuntamenti di questa settimana
Nessun risultato trovato.