Fiori spontanei

Tra i fiori spontanei che assediano i campi, oltre al papavero rosolaccio e alla camomilla, è splendida in questa stagione la malva, dalle infinite proprietà. Raccogliete i bei fiori (meglio quelli che stanno per aprirsi9 e le foglie ed essiccateli stesi su uno strofinaccio pulito in una stanza fresca e areata, evitando il sole diretto. Vi regaleranno infusi per tutto l’anno. Ecco alcuni suggerimenti d’uso:

BAGNO RILASSANTE A BASE DI MALVA
Lasciate in infusione per 15 minuti 200 grammi di foglie e fiori essiccati di Malva in circa 3 litri di acqua bollente. Diluite il decotto ottenuto nell’acqua della vasca da bagno e godetevi il vostro momento di relax a fine giornata!

OCCHI STANCHI? IMPACCHI CON LA MALVA
La Malva, grazie al suo effetto calmante, è un ottimo alleato in caso di problemi agli occhi, come orzaiolo e congiuntivite, o per arrossamenti delle pelle, scottature e piccole piaghe. Bisognerà realizzare un infuso o con un mix di fiori e foglie essiccate. Immergete un batuffolo di cotone nell’infuso tiepido e passatelo delicatamente sugli occhi per detergere e sfiammare, oppure tamponatelo sulla pelle in caso di punture diinsetti o arrossamenti.

TISANA ALLA MALVA CONTRO LA STITICHEZZA

I fiori e le foglie della Malva contengono principi attivi: sono ricchi di mucillagini, sostanze di natura polisaccaridica in grado di assorbire l’acqua. In questo modo si forma un gel che stimola le pareti intestinali a contrarsi regolarmente facilitando l’evacuazione. La mucillagine dunque conferisce alla pianta proprietà lassative che aiutano a combattere la stitichezza. Per una tazza di tisana, fate bollire 200 ml di acqua, poi mettete in infusione per circa 8 minuti 2 cucchiaini di foglie e fiori essiccati di Malva. Infine, filtrate e bevete ancora caldo. Sarebbe consigliabile berla una volta al giorno, ancor prima della colazione.

INFUSO ALLA MALVA PER PLACARE LA TOSSE
Le mucillagini rendono la Malva un antinfiammatorio naturale, creando una sorta di pellicola in grado di proteggere da infiammazioni ed irritazioni interne. In casa di tosse, faringite e bronchite, per calmare la tosse, provate con un infuso mettendo  5 grammi in 250 ml di acqua bollente, lasciate in infusione 15 minuti, filtrate e dolcificate a piacere con miele: questo infuso avrà una funzione emolliente, espettorante e rinfrescante.

Articolo precedente
Comunicazioni di servizio
Articolo successivo
C’è campo
Nessun risultato trovato.