C’è campo

Arrivati e trapiantati gli altri pomodori da mensa, altre zucchine, e i primi porri… sono spuntati e crescono in modo promettente invece i ceci, i fagioli e i fagiolini; il miglio e il grano saraceno; sono già alti la segale, l’avena e imbiondiscono il grano e l’orzo.
Abbiate pazienza per gli ortaggi estivi, come pomodori e cetrioli, che sono in arrivo, mentre zucchine e melanzane già cominciano a dare i loro frutti. Quest’anno sperimentiamo anche barbabietole rosse per la tarda primavera: sono bellissime, per la gioia degli affezionati potrete gustarle crude nelle insalate.
Si è conclusa invece la stagione della raccolta delle fragole, con un risultato deludente del primo tunnel trapiantato due anni fa che ha fatto registrare un raccolto davvero inferiore alle aspettative… in attesa del frutteto che abbiamo impiantato tra il 2017 e il 2018, potete però godervi le straordinarie more di gelso in tutte le sfumature di colore che vanno dal viola nero al bianco: nel viale d’ingresso ai nostri campi ce ne sono di tutte le varietà! Basta allungare la mano per mangiare a volontà di questo frutto umile, un tempo diffuso nei territorio bolognese come “sottoprodotto” dell’allevamento dei bachi da seta che si nutrono invece delle foglie del gelso, e ora “spacciato” essiccato sui banchi dei supermercati come “superfood” a prezzi non certo popolari. Ribellatevi alle mode alimentari rapaci senza rinunciare alla bontà e alla salute preferendo  a un giro tra le corsie di un centro commerciale una passeggiata fra i campi di Arvaia!

Articolo precedente
Fiori spontanei
Articolo successivo
Primo incontro nazionale delle Comunità che sostengono l’agricoltura in Italia
Nessun risultato trovato.