Cominciamo a pensare la nostra nuova casa!

Si tratta di:

avviare la fase preliminare di progettazione di un capannone a uso agricolo di massimo 300 mq. Questo è quanto ci consente di costruire il contratto con il Comune di Bologna; ne abbiamo la possibilità e non l’obbligo ma ci serve assolutamente per dare ai lavoratori, ai soci e alle nostre attività una sede comoda e funzionale superando l’attuale precarietà. Possiamo scalare le spese che sosterremo dall’affitto annuale che dobbiamo al Comune di Bologna: non realizzare il capannone sarebbe quindi doppiamente sciocco, perché ci priverebbe di un manufatto necessario lasciandoci comunque l’affitto da pagare…
-come detto, nel capannone dovranno trovare posto in prima istanza funzioni e attività che attualmente fatichiamo a svolgere nei tunnel agricoli provvisori che sono la nostra unica sede e che hanno urgenza di una migliore sistenazione. Servono in particolare  l’officina per gli attrezzi e per le macchine; l’area di lavaggio, smistamento e preparazione delle verdure; l’area ritiro/distribuzione dei prodotti; il magazzino per le sementi, le farine, i chicchi e gli altri prodotti trasformati; la cella frigorifera; un bagno; un sala riunioni e/aula didattica e un ufficio
E’ utile ricordare che su tutta l’area che abbiamo in gestione non è possibile costruire alcun edificio, ad eccezione del capannone che andiamo a progettare ora. Per questo speriamo che in futuro si aprano spazi per avere in uso edifici già esistenti e attualmente inutilizzati, di proprietà del Comune, che ci consentirebbero molto più agio nell’immaginare nuove attività e nell’ampliare quelle che già svolgiamo.
In due incontri aperti a tutti i soci andremo a delineare la collocazione, le vie d’accesso, gli spazi e le caratteristiche del nostro capannone: per esempio quali materiali ursare, se prevedere la possibilità di recupero delle acque, di uso di energia rinnovabile e di tecniche di bioedilizia laddove possibile.
Il primo incontro si terrà giovedì 3 maggio  alle ore 18 in via Olmetola 16 presso Arvaia
Un secondo incontro è in programma per giovedì 10 maggio alle ore 18 presso la sede di Arvaia in Via Olmetola.
Articolo precedente
Comunicazioni di Servizio
Articolo successivo
Imparare insieme
Nessun risultato trovato.