C’è campo

Vi anticipiamo che la distribuzione di venerdì 8 dicembre, che è una giornata festiva, sarà anticipata a giovedì 7 dicembre. Segnatelo e non dimenticatelo!

Concluse finalmente e prima della pioggia le semine invernali, e in attesa che i campi siano di nuovo praticabili per la piantumazione del frutteto i lavori in campo sono prevalentemente di manutenzione spicciola, come liberare da pacciamature e irrigazione i campi che saranno seminati con le colture primaverili.

I broccoli, che hanno aperto in gloria e abbondanza la stagione dei cavoli, stanno esaurendo il loro picco di produzione, il cavolfiore sta dando il meglio di sé e in arrivo ci sono tutti i cavoli invernali: cappucci, verze, cavolo nero, cavolo riccio…

A settimane alterne torna un ortaggio ancora poco conosciuto ma che forse dovremmo sfruttare di più sulla nostra tavola, la barbabietola rossa. E’ ricca di sali minerali come ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio e iodio, indicata quindi in tutti i casi in cui ci sia esigenza di rimineralizzare l’organismo; di vitamine del gruppo B come B1, B2, B3 e B6, utili a rafforzare il sistema immunitario, il sistema digestivo e ad attivare il metabolismo cellulare; di vitamina C e antiossidanti. Poco calorica e ricca di acqua, conserva le sue proprietà come sempre soprattutto cruda, grattugiata nelle insalate e condita con qualche goccia di succo di limone che favorisce l’assorbimento del ferro. Ma è ottima anche tagliata a fette sottili e passata in forno.

Devono fare attenzioni a non esagerare le persone con problemi di glicemia (parente della barbabietola da zucchero, contiene zuccheri in quantità significativa) e sofferenti di calcoli renali (come altre verdure, contiene percentuali piuttosto alte di ossalati).

Articolo precedente
Arvaia buongustaia
Articolo successivo
A che punto siamo…
Nessun risultato trovato.