C’è campo

Anche se con un ritmo sempre più “rilassato” proseguono i trapianti: questa settimana tocca a finocchi e lattughe.

Mentre ormai il pomodoro fresco sta per abbandonare la nostra tavola – ma niente paura, c’è la passata a consolarci della sua mancanza – sono in arrivo le prime lattughe dopo il gran caldo estivo e la distribuzione del raccolto di aglio dell’estate di quest’anno.

Tornano le zucche, come promesso, quelle leggermente provate dalle alte temperature che hanno provocato spaccature nella buccia che rendono impossibile conservarle a lungo. Perciò le mangeremo per prime: gli usi della zucca in cucina sono talmente tanti e differenti che è difficile davvero scegliere, avete voglia di raccontarci le vostre ricette preferite per

Arvaia buongustaia

Il pensiero corre spesso a quanti di voi sono oberati da impegni quotidiani ma non rinunciare a cucinare qualche buona verdura di Arvaia; perciò eccovi un suggerimento facile facile e velocissimo: tagliate una cipolla e una patata a cubetti, mettetele in una pentola abbastanza profonda con poca acqua, sale q.b. e le vostre spezie o erbe aromatiche preferite; aggiungete qualche pezzo di zucca non troppo grosso e lasciate sobbollire per circa deici minuti Quando scatta il timer, via di minipimer e la vellutata di zucca, calda profumata e leggerissima è pronta!

 

Un po’ di moda c’è senz’altro, ma la canapa per usi alimentari, in semi e/o farina è davvero un alimento ricco di principi nutritivi che possono utilmente integrare una buona dieta che riduca almeno di un po’ la nostra dipendenza da combustibili fossili (leggi per esempio carne e insaccati provenienti da allevamenti industriali). Quest’anno molti di voi sapranno che abbiamo ospitato piccole strisce di canapa a bassissimo contenuto di THC, la cui coltivazione è consentita (prima che vi facciate idee strane) per un progetto sperimentale volto a testarne l’efficacia come coltura-trappola, vale a dire come cultura che attrae alcuni parassiti altrimenti infestanti le orticole. Per chi volesse saperne di più qui il link al sito del progetto: 
https://www.progettomacarena.

I semi della nostra canapa sono quasi pronti e sono ottimi aggiunti all’impasto del pane, alle insalate, alle verdure cotte… sono troppo pochi per essere trebbiati a macchina, perciò chi fosse interessato a fare una piccola raccolta manuale, aiutandoci anche a tagliare gli steli che devono essere eliminati per lavorare i terreni in vista delle prossime culture è invitato a scrivere a soci@arvaia.it, faremo un bel gruppetto “canapa” e ci metteremo d’accordo per il raccolto. I partecipanti si porteranno a casa quello che riusciranno a raccogliere…

Articolo precedente
Appuntamenti
Articolo successivo
Arvaia buongustaia
Nessun risultato trovato.