Arvaia buongustaia

Se non avete mai provato è davvero ora di preparare con la farina la tipica farinata, panissa o cecina con acqua, farina di ceci, olio e sale. Un piatto semplicissimo e gustoso che assume nomi diversi a seconda di dove viene preparata

Cecina:

Disponete la farina in un’ampia ciotola e versateci 3 cucchiai d’olio, un cucchiaino colmo di sale e progressivamente l’acqua mescolando con la frusta per amalgamare bene i due ingredienti fino ad ottenere un composto liscio, fluido e senza grumi. Potete lasciare riposare anche una notte, o qualche ora e quindi infornare in una teglia sottile e gustare caldissima spolverata di pepe.

La farina di ceci può essere utilizzata anche mescolata alla farina di grano duro e uova per preparare la pasta fresca, gnocchi o anche la pastella per impanare le verdure.

Hummus

Anche l’hummus è una salsa veloce e semplicissima da preparare, che si presta a infinite varianti e usi in cucina: Servono ceci lessati (almeno due ore di cottura o un’ora in pentola a pressione dopo un ammollo di 12 ore), 2 cucchiai di salsa tahina, 1 limone spremuto, 5 cucchiai d’olio e uno spicchio d’aglio (che si può eliminare a piacere se non gradito) e un pizzico di sale.

Frullate i ceci in un robot da cucina potente dotato di lame aggiungendo gli altri ingredeinti. La crema che dovrete ottenere dovrà essere densa e senza grumi; se ce ne fosse bisogno, per renderlo più cremoso, è possibile aggiungere un po’ di acqua di cottura dei legumi.

Si possono realizzare varianti che hanno come unico limite il vostro gusto e la vostra fantasia: per esempio, quando andrete a frullare i ceci, aggiungete anche una manciata di pomodori secchi tagliati finemente e, al posto del tahin, un cucchiaino di origano. Potete fare a meno dell’aglio. Questa versione nostrana della crema orientale è perfetta per dei crostini durante un aperitivo.

Oppure potete arricchire la salsa base con erbe fresche: ai ceci pronti per essere frullati aggiungete una manciata di foglie di basilicoprezzemolo e, se lo avete a disposizione, anche di dragoncellotritate, insieme alla dose di olio prevista dalla ricetta tradizionale. Anche in questo caso, potete fare a meno dell’aglio e del tahin. L’hummus alle erbe può accompagnare dei finocchi crudi tagliati a bastoncini in pinzimonioOppure provate con le olive e con un pizzico di peperoncino.

Articolo precedente
Comuncazioni di servizio
Articolo successivo
A Ferragosto… c’è campo
Nessun risultato trovato.