A Ferragosto… c’è campo

ed è tempo di raccolto: conclusa la raccolta del datterino da salsa, attorno ai 25 quintali di prodotto portato a trasformare, e quella dei ceci, che hanno richiesto un lungo lavoro di pulizia ma che sono belli, sani, saporiti, circa quattro quintali di ottimi ceci che troverete in prenotazione nelle prossime settimane in vista dell’autunno. Breve pausa nel lavoro di trapianto, cha riprenderà la prossima settimana, con l’eccezione del broccolo fiolaro, lo speciale broccolo particolarmente resistente al gelo, che arriva in fiore sino alla primavera e che avete imparato a conoscere negli inverni precedenti.

Eccezionalmente, quest’anno i contadini si prendono un giorno di riposo per Ferragosto! Ma l’area pic nic, con sedute, acqua, postazione per la griglia è a disposizione di tutti i soci. Buona scampagnata!

Finalmente, come abbiamo detto, quest’anno saranno disponibili i ceci prodotti da noi. Molti di noi li conoscono già, li amano e li utilizzano disinvoltamente in cucina, ma per i più distratti o i neofiti, eccovi alcuni suggerimenti. Come i fagiolo, i ceci sono detti la carne dei poveri, perché ricchi di carboidrati e di proteinececi contengono, inoltre, molti sali minerali, tra cui soprattutto magnesio, calcio, fosforo e potassio e una buona quota di vitamine C e del gruppo B.

Articolo precedente
Arvaia buongustaia
Articolo successivo
Comunicazioni di servizio
Nessun risultato trovato.